Passa ai contenuti principali

Younger. Pamela Redmond Satran


Una commedia frizzante, romantica, sexy e con un pizzico di ironia; questi gli ingredienti che Pamela Satran ha inserito nel suo libro Younger (da cui è tratta la celebre serie tv americana).
Se devo dire la verità all'inizio ero un po' scettica a riguardo quando ho letto la trama, pensavo infatti che si accostasse troppo al solito clichè di casalinga disperata che in una fase di crisi di mezza età prova di tutto per fare a gara con il tempo.
Ma in questo caso non è così e i miei preconcetti sono stati ribaltati, già alle prime pagine ti ritrovi con i piedi per terra e ti ritrovi ad affrontare una moderna Cenerentola ultra quarantenne con una fata madrina non convenzionale. Già perchè più o meno è proprio questo quello che succede, allo scoccare della mezzanotte di Capodanno la protagonista, Alice, subirà una metamorfosi che stravolgeà completamente la sua vita, complice il fatto che il suo aspetto le fa dimostrare quasi la metà dei suo anni sfrutterà a suo vantaggio questo aspetto per combattere contro un mondo del lavoro sempre più precluso alle donne che tornano dalla maternità.
In questa avventura tra le strade di New York la nostra protagonista dovrà affrontare diverse sfide come la vita in un loft essenziale, una figlia lontana migliaia di kilometri e una carriera da riprendere in mano.

In un mondo in cui l'aspetto fisico e l'età sono elementi, purtroppo, sempre più caratterizzanti, cosa arriverà a fare Alice per mettersi in gioco? E alla fine, resterà solo un gioco?

Scoprite anche voi il vero elisir della giovinezza in questo romanzo edito da Piemme, un ottimo mix tra Bridget Jones e Sex and the City.

In occasione dell'uscita del libro la Casa Editrice ha creato un contest, per partecipare: Facebook: Contest Younger

Trama:

A volte nella vita basta dire… sì. Così, quando Alice capisce che non ne può più di fare la casalinga divorziata nel New Jersey, decide di tornare a Manhattan, dalla sua vecchia amica Maggie, per “ricominciare”. Ma come, se a 40 anni suonati, dopo quindici dall’ultima volta che è entrata in un ufficio, nessuna azienda che si rispetti potrebbe mai prenderla in considerazione per un lavoro? È così che quando Maggie le dà un’idea, Alice non può che lasciarsi convincere: fingersi una ventiseienne. Colpi di sole, jeans stretti, tacco alto, ed ecco che, nella notte di Capodanno, Alice diventa… la se stessa di vent’anni prima. Ben presto trova lavoro in una casa editrice, e incontra Josh, un ragazzo che portava i pannolini quando lei era al liceo. Per la prima volta da quando aveva davvero 26 anni, o anche da prima, Alice capisce che la vita può essere piena di possibilità. Anche se, una di queste, è che la scoprano – specie quando Josh decide di fare sul serio…

Buona lettura :)



Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: Liberate il cervello, Idriss Aberkane

"Non siamo venuti al mondo per conformarci a un'impronta ma per lasciare la nostra"

Con questa frase chiave possiamo capire al meglio il messaggio intrinseco di questo libro. Sono rimasta molto colpita dall'argomento, sono da sempre appassionata di psicologia ma ammetto di non aver mai saputo che esistessero cose come la neurosaggezza o la neuroergonomia e in questo libro Idriss Aberkane riesce a spiegarle puntando l'attenzione in particolare su quanto queste possano condizionare la nostra vita in diversi campi quotidiani della società. In questo trattato infatti si riesce , grazie a una lettura critica, a comprendere il potenziale del nostro cervello se solo non venisse rinchiuso in una "scatola inadatta al suo contenuto" in campi quali l'istruzione, il marketing, il giornalismo e la politica.
Vi avviso che questo non è un libro in cui troverete tecniche pratiche per diventare esperti di matematica in 10 passi ma è un saggio vero e proprio, in grad…

Il maestro, recensione e intervista a Francesco Carofiglio

Buongiorno lettori in questo post vi parlerò del nuovissimo libro di Francesco Carofiglio, uscito ieri per Piemme, e della chiacchierata con l'autore che ho avuto occasione di fare insieme ad altri blogger. 
Ammetto che sebbene ne avessi sentito parlare non avevo mai letto nulla di questo scrittore e questo mi ha concesso di essere catturata subito dallo stile di scrittura evocativo e coinvolgente. Il libro non è molto lungo, ma nonostante questo riesce a raccontare tutto e nella maniera migliore per il lettore, avrei solo voluto averne un pochino di più per restare immersa per un altro po' nella stanza creata da Carofiglio, ero davvero coinvolta.  Il libro viene raccontato dal punto di vista del "Maestro", un anzione signore che vive da solo che ha come unica compagnia Alessandra, la ragazza che ogni giorno gli porta il pranzo. Grazie ai suoi racconti e ricordi riusciamo a intravede un barlume di quella che è stata la sua vita e carriera di grande attore e di come …

Recensione: La distanza tra le stelle, Lily Brooks-Dalton

Il mio primo pensiero terminato questo libro è stato: non può finire così, alla mia copia mancano decisamente le pagine finali! Ma ahimè è proprio così che termina la storia e ora cercherò di spiegarvi le mie sensazioni su questo libro (senza rivelare troppo ovviamente). 
Ammetto che ho comprato il libro a scatola chiusa perché, appassionata di astronomia quale sono, ogni libro ambientato nello spazio per me ha un fascino irresistibile e sebbene il finale mi abbia lasciato sorpresa non sono affatto pentita della mia scelta.

"Un tempo i mutamenti del cielo sopra di lui contavano più del terreno che aveva sotto i piedi, ma ora non più. Aveva tenuto gli occhi alzati troppo a lungo, era arrivato il momento di pensare alla terra, d'immaginare la vita che presto sarebbe riaffiorata in superficie." 



TRAMA Augustine ha dedicato la sua esistenza allo studio delle stelle. Non ha mai avuto una famiglia, né un vero amore; ha invece sempre avuto il suo telescopio, lassù, in un osserv…