Passa ai contenuti principali

[Blog tour]: Book blogger, Giulia Ciarapica


"Ogni libro è veicolo di novità e noi, liberi dalla tirannia del pregiudizio e della fretta, dobbiamo imparare a leggere per rafforzare il nostro essere."

TRAMA
Chi è il book blogger e cosa fa? Cosa significa oggi fare critica letteraria 2.0? Il libro di Giulia Ciarapica propone un percorso attraverso i diversi modi di raccontare i libri in Rete: dal blog ai social network e YouTube, tutti gli strumenti sono utili per parlare di letteratura e per farlo in modo originale, fresco, ironico e creativo. Senza dimenticare però che dietro ogni blogger c'è prima di tutto un lettore, che ogni giorno si informa, confronta testi e cerca di trasmettere la propria passione al pubblico (piccolo o grande che sia) con un linguaggio chiaro e semplice. Partendo dai ferri del mestiere e dalla scelta dei testi, passando per le fasi della recensione e i relativi stili, senza lesinare consigli pratici e di lettura, Book blogger ci conduce alla scoperta di un mondo in grande fermento, provando anche a tracciare una mappa per orientarcisi: dai primissimi portali e lit-blog italiani alle ultime tendenze sui social, per arrivare ai siti contemporanei più attivi e seguiti e al fenomeno degli youtuber.

Buongiorno lettori, la recensione di oggi fa parte di un blog tour che io e altre blogger stiamo portando avanti per  il  saggio di critica letteraria di Giulia Ciarapica: "Book Blogger, scrivere di libri in rete: come, dove perché"  e che durerà fino a Maggio (in fondo al post troverete il calendario dettagliato).


Ammetto che raramente leggo saggi ma dato l'argomento trattato non appena è stato proposto il progetto è stato davvero facile decidere di farne parte. 

Può sembrare un libro esclusivo per chi è  di questo "mondo" ma in realtà è molto di più, questo saggio permette di leggere i libri con un occhio maggiormente critico, aiuta a sviluppare consapevolezza rispetto a quello che è scritto e come ma soprattutto da consigli pratici per trovare un metodo rigoroso per parlarne.

La scrittrice, Giulia Ciarapica, è la persona più adatta a darci questi consigli, non solo è una influente book blogger ma collabora anche con diverse testate giornalistiche su cui pubblica le  recensioni delle sue letture. 

Indubbiamente può essere di grande supporto se si vuole diventare lettori  e scrittori  con una consapevolezza maggiore ma c'è da dire che il processo di scrittura è molto soggettivo quindi se per alcuni i metodi citati possono essere perfetti per altri possono essere non del tutto condivisibili.


Non credo che a un lettore che voglia creare il proprio blog letterario basti leggere questo saggio per avere improvvisamente un piano editoriale ben sviluppato ma trovo che sia un'ottima base per costruire le fondamenta. Visto da fuori questo mondo sembra piuttosto facile ma in realtà dietro ogni frase, ogni foto, ci sono ore di lavoro e dedizione di un blogger che cerca di far trapelare ai suoi lettori ciò che un libro gli ha trasmesso cercando allo stesso tempo di rimanere imparziale e critico.

Dopo una parte iniziale in cui Giulia suggerisce alcuni titoli di critica letteraria da portare con sé nel proprio bagaglio culturale e una rapida occhiata ai pionieri blogger di questo settore ci si addentra nel vero e proprio spazio dedicato ai libri, cosa scegliere, come leggere e su cosa riflettere, seguito da veri e propri consigli su cosa fare durante la lettura e dopo.
Ho trovato infine molto interessante l'analisi su cosa fare dopo aver pubblicato una recensione (scritta o video che sia) per poterla portare alla massima attenzione grazie anche al supporto dei social network. 

È una lettura che suggerisco a lettori e scrittori ma soprattutto a chiunque sia curioso e voglia avere un'idea di cosa accade dietro le quinte di un blog prima che una recensione venga pubblicata.

Vi lascio qui il calendario  degli altri blogger partecipanti per  poter seguire tutte le tappe del tour mentre sui social trovate  i contenuti seguendo l'hashtag #BBMagicalTour.






Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: Prometto di amare, Pedro Chagas Freitas

Garzanti | Cartaceo €16,90 | Ebook €9,99
"Prometti di sbagliare. Prometti di cadere. Prometti di non essere mai lo stesso, esattamente lo stesso, ogni volta che la vita ti passerà davanti. Prometti di rischiare, di sentire (...) Nella vita l'importante è restare vivi. Lo sanno tutti, anche tu. Allora perché diavolo stai ancora qui a leggere queste righe? Vai, datti una mossa."

TRAMA
Sulla panchina, al centro esatto della piazza avvolta dal chiacchiericcio indistinto dei passanti, è seduto un uomo. Sulle gambe un taccuino da cui non si separa mai. Aspetta il momento giusto per aprirlo e annotare gli abbracci più belli di cui è testimone silenzioso. È questo che fa da più di trent'anni: andare a caccia di tutte le braccia che si incontrano e che, quando si stringono, raccontano una storia. La storia del legame inscindibile tra un genitore e un figlio. Quella della riconciliazione tra due fratelli, rimasti separati troppo a lungo. O, ancora, quella della passione che uni…

Recensione: Canta, spirito, canta. Jesmyn Ward

NN Editore | Cartaceo €19,00 |
"Mi chiedo cosa ne sa di lui, come potrebbe guardarlo in faccia, in ogni ruga, in ogni passo, in ogni parola che gli esce dalla bocca senza vedere altro che un uomo."



TRAMA
Jojo ha tredici anni, e cerca di capire cosa vuol dire diventare un uomo. Vive con la madre Leonie, la sorellina Kayla e il nonno Pop, che si prende cura di loro e della nonna Mam, in fin di vita. Leonie è una presenza incostante nella vita della sua famiglia. È una donna in perenne conflitto con gli altri e con se stessa, vorrebbe essere una madre migliore ma non riesce a mettere i figli al di sopra dei suoi bisogni. Quando Michael, il padre di Jojo e Kayla, esce di prigione, Leonie parte con i figli per andarlo a prendere. E così Jojo deve staccarsi dai nonni, dalla loro presenza sicura e dai loro racconti, che parlano di una natura animata di spiriti e di un passato di sangue. E mentre Mam si spegne, gli spiriti attendono, aggrappati alla promessa di una pace che solo la f…

Recensione libro e film: Il cerchio, Dave Eggers.

"Sapere è bene. Sapere tutto è meglio."

Ammetto che per una volta ho guardato il film prima di aver letto il libro nonstante questo fosse nella mia wishlist da un paio di anni, ed è stata proprio la curiosità a spingermi ad andare a vederlo quasi a scatola chiusa e solo in seguito leggere il libro. In questa recensione cercherò di parlare anche del film, elencando le cose che ho apprezzato e quelle che invece non ho gradito.
Il cerchio è stato pubblicato nel 2014 e, sebbene parli di una società abbastanza futuristica, oggi come oggi la realtà che ci racconta l'autore sembra spaventosamente non solo possibile ma anche probabile in quanto descrive minuziosamente una società, e in particolare un'azienda (Il cerchio), alle prese costantemente con la spinta all'evoluzione digitale e tecnologica, il tutto reso possibile dalla convergenza delle informazioni private degli individui nel "social network" TruYou, che porta il concetto di social ad un nuovo allarma…